Edizione 2017

PLM 2017

70° ANNO

EDIZIONE 2017

Anche l'edizione 2017 (la XXXI°) ha visto in un doppio sistema di giurie, una tecnica e l'altra popolare parallela, la chiave di volta tesa a garantire la trasparenza assoluta delle scelte.

La Giuria tecnica, composta da esponenti del mondo della cultura  è stata infatti affiancata da una giuria popolare parallela, composta da 40 cittadini rappresentanti della società civile.

La giuria tecnica ha selezionato tra tutti i libri inviati dalle case editrici la cinquina finalista. La giuria popolare ha votato poi nel corso della serata finale il libro vincitore.

Come nella tradizione del Premio, l'intento di fondo è di favorire la produzione letteraria degli autori esordienti e di promuovere il gusto e il piacere della lettura.

Nell'edizione 2017 del Premio Letterario era prevista un'unica sezione dedicata ad un'opera prima di narrativa

Il primo premio, unico ed indivisibile, assegnato dalla giuria popolare nel corso della serata finale ammonta ad € 2.000,00

Dal 2014  è stato istituito un “Premio della giuria tecnica” il cui vincitore viene designato esclusivamente dalla Giuria Tecnica. Anche il Premio della Giuria Tecnica  è unico ed indivisibile e ammonta  ad € 500,00.

Infine dal 2015 è stato istituito un ulteriore nuovo premio che è per la grafica di copertina. Anche questo premio è unico ed indivisibile e ammonta ad € 500,00 .



LE OPERE IN GARA

FLAVIA PERINA CON "LE LUPE" VINCE L'EDIZIONE 2017  DEL PLM



 

la cinquina dei finalisti

L'OPERA DI DOMANI

Premio per un nuovo libretto d'opera

In occasione del 70° anniversario della nascita del Premio Letterario Massarosa, l'edizione

2017 della manifestazione vedrà a corollario della serata di premiazione finale una serie di

iniziative volte alla sua valorizzazione e promozione.

Il Premio L'OPERA DI DOMANI nasce da un idea del prof. Giuseppe Cordoni, poeta e

critico d'arte, già componente del Comitato scientifico della Scuola internazionale di Pittura

del Paesaggio che in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Firenze ha già iniziato

la sua attività nel 2016 nell'antico opificio de La Brilla; e si propone di valorizzare la vitalità

creativa e la rilevanza poetica d'un paesaggio il cui profilo ambientale ed antropologico ha

trovato nell'opera di Puccini e dei Pittori del Lago la sua massima esaltazione.

Se con la Scuola di Internazionale di Pittura del Paesaggio si è voluto dare l'opportunità a

giovani artisti provenienti da tutto il mondo di riscoprire e rilanciare lo “spirito creativo” di

questa straordinaria realtà del territorio, con questa nuova sezione del Premio Letterario

Massarosa, L'Opera di Domani, Premio per un inedito libretto d'opera, rivolto

anch'esso a giovani poeti librettisti italiani e stranieri d'età inferiore ai 40 anni, ci si prefigge

d'evocare e valorizzare il ricordo di quell'intreccio così fecondo (forse unico nel suo genere)

che proprio qui Puccini stabilì con i suoi infaticabili librettisti.

Del resto, il Lago come suggestione letteraria e cifra mitopoietica costituisce senza dubbio

un altro di quei patrimonicreativi che non devono andar dispersi. E anche questa nuova sezione del Premio contribuisce - anche sotto questo aspetto - a rivitalizzarne, soprattutto verso i giovani autori. la straordinaria attualità. In questa prospettiva, la costituzione di un Comitato Promotore per il 70° del Premio Letterario Massarosa, con soggetto capofila l'Amministrazione comunale,favorirà l'operatività del nuovo Premio L'Opera di Domani, definendone le modalità e il regolamento stesso del bando, lo sviluppo della collaborazione con Il Festival Pucciniano e l'amministrazione del Comune di Viareggio, in una visione di proficua e naturale condivisione dell'iniziativa.